saturnia

Saturnia e Montemerano

Saturnia è un grazioso borgo maremmano situato nel comune di Manciano al confine con il Lazio. Famosa in tutto il mondo per le sue Terme, Saturnia o Aurinia, come si suppone la chiamassero gli Etruschi è un paese dalle piccole dimensioni arroccato su una collinetta di travertino. Lungo la piana che si estende ai piedi di Saturnia si trova uno dei centri spa più importanti d’Italia Terme di Saturnia Golf&Resort al cui interno è si trova la sorgente di acqua sulfurea che uscendo dallo stabilimento origina il torrente Gorello da cui nascono le Cascate del Mulino.

La data di nascita di Saturnia paese è un mistero, ma secondo lo storico greco Dionigi di Alicarnasso la città sarebbe stata fondata dai Pelasgi e avrebbe seguito le sorti della vicina città etrusca di Vulci fino al 280 a.c anno in cui tutta l’area venne conquistata da Roma.  La testimonianza più importante della matrice etrusca di Saturnia si trova nella località di Pian di Palma nella quale sorge la Necropoli del Puntone. All’interno del sito sono presenti venti tombe a tumolo risalenti al un periodo compreso tra il VII e il V sec. a.C. Le tombe, di dimensioni ridotte, sono caratterizzate da un dromos (corridoio di accesso) che termina nella camera funeraria con pianta rettangolare e rivestita in travertino. Dagli scavi sono emersi vasi e oggetti vari esposti presso il museo archeologico di Saturnia. 

 La maggior parte dei monumenti presenti a Saturnia sono però di origine romana. Tipica è la visita che ogni turista fa a Porta Romana dalla quale si accede al paese provenendo da via Clodia un’antica strada realizzata alla fine del III, nella quale secondo i racconti, si possono ancora oggi vedere antiche pietre i segni dei carri che per secoli l’hanno transitata. Sono poche le notizie che che si hanno della Saturnia Medievale, secoli bui che ci fanno mettere il cuore in pace, dopo dei quali è necessario andare a cercare riferimenti a questo paese nella cronistoria della famiglia comitale degli Aldobrandeschi padrona assoluta della Maremma. La Rocca Aldobrandesca è quello che di più significativo resta della parentesi medievale, edificata alla fine del XII poi ricostruita dai senesi nel corso del XV secolo. L’edificio come lo conosciamo oggi è frutto del lavoro di restauro fatto dalla famiglia Ciacci nel 1924.

Fra le curiosità celate nelle mura di questo paese una menzione particolare la merita il Polo culturale Pietro Aldi un museo situato nella sede storica della Banca Tema che presenta una collezione di opere pittoriche del celebre artista mancianese  allievi di Luigi Mussini all’Istituto di Belle Arti di Siena. Un percorso espositivo  eclettico nel quale Pietro Aldi che riesce nei suoi numerosi ritratti realistici a restituire tutta l’umanità della Maremma ottocentesca.

Prenota Ora

Prenota subito la tua vacanza a Saturnia. Le migliori strutture ed il prezzo più basso. Prenota subito su Booking.com.

Montemerano: il paese a forma di cuore

Situato a meno di cinque minuti di macchina da Saturnia si trova Montemerano, paese medievale in terra etrusca che fa parte dei Borghi più belli d’Italia.  Il centro storico di questo paese presenta pianta urbanistica particolare dovuta alla presenza di una doppia cinta muraria costruita in due epoche diverse, medioevo e rinascimento,  che vista dall’alto crea un profilo a forma di cuore. 

 Il pezzo forte del paese è piazza del Castello situata nel punto più alto del borgo e vi si accede oltrepassando un magnifico arco, che in passato era l’unico accesso al centro abitato. Il palazzo più alto è l’antica  dimora della famiglia degli Aldobrandeschi e poi successivamente dei Baschi e dei vicari senesi ed è qui che aveva sede il comune di Montemerano fino alla sua soppressione nel 1783. Poco più in basso, dopo piazza del campanile, si trova la pieve di San Lorenzo una chiesa sconsacrata riconvertita a uso civile che guarda in direzione di corso Italia la via centrale che conduce alla chiesa di San Giorgio. Lungo questa strada  si trova il famoso ristorante “Da Caino” che vanta ben 2 stelle Michelin. 

Superato l’arco in tutta la sua meraviglia si apre la piazza della Chiesa, un ampio spazio inclinato in pietra, dal quale oltre gli archi si spalanca tutta la campagna maremmana. La chiesa di San Giorgio è di origine trecentesca ma venne  consacrata come ci ricorda la lapide a l’ingresso nel 1430.  L’edificio al suo interno è completamente ricoperto di affreschi che rivelano la perfetta stratificazione delle varie fasi del processo decorativo della chiesa, dagli quelli tardogotici del Giudizio Universale a quelli realizzati dai maestri senesi che raccontano leggenda di San Giorgio. Ogni 23 aprile gli abitanti di Montemerano celebrano questo santo e ogni aspetto della festa ruota proprio intorno alle gesta del cavaliere Giorgio che dopo una dura battaglia riuscì a uccidere il cattivissimo drago che terrorizzava il paese. 

Meno epica, ma probabilmente molto più realistica è la leggenda che si narra a Montemerano rispetto al suo pezzo d’arte più straordinario custodito nella chiesa di San Giorgio la Madonna della Gattaiola. La leggenda narra che la celebre Madonna fu dipinta intorno al 1450 da una artista di scuola del Sassetta soprannominato Maestro di Montemerano, l’opera però fu vittima della leggerezza del parroco il quale utilizzò il pannello come porta di un granaio, il prete per permettere al suo amato gatto di poter uscire ed entrare liberamente nel magazzino creò un foro nella tavola. 

Montemerano è  una delle località  interessante da visitare anche per le sue tradizioni folkloristiche, dalla già menzionata festa patronale dedicata a San Giorgio del 23 aprile, alla colorata Festa delle Streghe che si tiene ogni anno nel primo weekend utile a cavallo con la festa dei morti (tra la fine di Ottobre e l’inizio di Novembre) e celebra le origini medievali di questo borgo.

Massimo
Massimo
Tripadvisor
Leggi Tutto
Desideravo da tempo andare a Saturnia e in particolare alle sua terme libere, e finalmente ho trovato l’occasione ad agosto. Bellissime come in foto, forse più piccole di quello che mi aspettavo ma sicuramente non deludenti! Nonostante ci fosse tanta gente, siamo riusciti ad immergerci in tranquillità, l’acqua è calda e piacevole. Positivo il fatto che non si paga nemmeno il parcheggio, e di questi tempi poter fruire di una simile esperienza in modo gratuito è un lusso! Consigliata a tutti!!
Jacopo
Jacopo
Tripadvisor
Leggi Tutto
Noto per l adesione alla trasmissione i borghi più belli d Italia Montemerano è un piccolo borgo caratterizzato da un atmosfera fiabesca e medievale. Esiste un percorso turistico con i vari punti d interesse spiegati e contestualizzati. Ci è piaciuto molto, andando via da lì è come se fossimo tornati alla triste realtà. Se nei dintorni è assolutamente da vedere.
Rosanna
Rosanna
Tripadvisor
Leggi Tutto
Sono stata in vacanza nella zona di Saturnia e non ho potuto non andare alle Cascate del Mulino. Spettacolo naturale unico nel suo genere. Ti spoglia in macchina ed è tutto molto Free e naturale. Se cerchi confort cambia posto. Arrangiarsi fa parte dell avvenuta. È bello spostarsi tra le vasche, i diversi getti d acqua con possibilità di farsi fanghi naturali. La mia invidia per chi abita nelle vicinanze.
Precedente
Successivo

Prenota Ora

Prenota subito la tua vacanza a Montemerano. Le migliori strutture ed il prezzo più basso. Prenota subito su Booking.com.

Torna su